Buon Compleanno Rita

Posted on aprile 22, 2009 di

3


Sono 100 gli anni di Rita Levi Montalcini, scienziata dallo sguardo tenace, altero, ma generoso. La festeggia Nature, che ripercorre il suo vissuto umano e scientifico, e con l’insigne rivista tutto il mondo scientifico internazionale. Qui vorremmo festeggiarla non solo come gruppo di fisici, e quindi piccola comunità scientifica, ma soprattutto in quanto giovani aspiranti ricercatori italiani. A suo dire “l’Italia è un paese ricco di giovani capaci, nessun paese ha la ricchezza in termini di capitale umano del nostro’’, e perchè questi giovani potessero avere qualche possibilità in più, s’è impegnata direttamente, non solo creando la fondazione EBRI (European Brain Research Institute), ma anche nel suo ruolo di senatrice a vita. In quella che infatti poteva apparire solo una carica simbolica, la Rita ha dato prova di coerenza e tenacia, mettendo sotto scacco Romano Prodi e il suo governo per garantire il mantenimento dei fondi alla ricerca. La tenacia è forse la dote più evidente di Rita Levi Montalcini, che per poter studiare ciò che l’appassionava ha dovuto lottare in casa contro i pregiudizi paterni e fuori casa contro le leggi fasciste. Neppure la comunità scientifica del resto credeva al nerve growth factor (NGF), che le valse il Nobel nel 1986. Il premio non è stato comunque per lei un punto d’arrivo, quanto piuttosto un trampolino di lancio per nuove avventure scientifiche, coordinando nuovi gruppi di ricercatori.
Rita Levi Montalcini ha sempre un pensiero, positivo ed incoraggiante, per i giovani. Mi piace immaginarla, oggi che compie 100 anni, come quando la incontrai per caso circa 7 anni fa. Uscivo da un dipartimento di corsa, abbracciata ad una scatola di polistirolo con dentro materiale biologico da misurare in un altro dipartimento, e quasi mi scontrai, distratta e buffa, con lei che stava entrando, chissà se per fare un seminario e semplicemente per discutere con qualcuno. Rita Levi Montalcini a quella tesista distratta lanciò un sorriso gentile, come a dire “hai la testa fra le nuvole perchè sei curiosa di andare a fare l’esperimento? Anche io lo sono sempre…”. Quel sorriso dovrebbe passare da un ricercatore all’altro, staffetta di passione per la scoperta e di speranza in una ricerca che serva a migliorare la vita altrui. Grazie per i tuoi insegnamenti e per l’esempio che sei: auguri Rita!

Annunci
Posted in: Uncategorized