I Misteri del CERN

Posted on maggio 12, 2010 di

28


Con mio marito, fisico anche lui, a volte la sera ci piace guardare trasmissioni come Voyager e Mistero, un pò per farci due risate, e un pò per curiosità, per vedere fino a che punto possano arrivare con le teorie sugli alieni, spiriti, paranormale e quant’altro.

Ebbene ieri, fra una rievocazione di satana e un esperimento su come si possano rievocare e fotografare gli spiriti, nonchè la teoria che su Marte ci siano piramidi molto simili a quelle egiziane, si è parlato anche dell’esperimento che si sta svolgendo presso l’LHC (Large Hadron Collider) del Cern di Ginevra.

Ecco il Link per guardare il video, ci sono diverse parti, non so se è possibile trovare l’intero servizio.

Il conduttore del programma è Raz Degan, ex sex symbol degli anni ’90, il che rende tutto ancora più comico. L’inviato, Daniele Bossari, si reca di persona a Ginevra per parlare con i ricercatori del loro esperimento e farsi spiegare quali siano i rischi connessi, soprattutto per capire se davvero “il nostro pianeta è in pericolo”, come titola il serivizio. Il tipo ascolta tutti, finito questo giro di interviste però non è convinto. Le spiegazioni degli scienziati non sono sufficienti a fargli credere che siamo al sicuro. Oltre al fatto che un impianto come l’LHC se capitasse in mani sbagliate potrebbe davvero diventare un’arma terribile, peggiore della bomba atomica. Quindi decide di sentire un’altra campana. E così intervista tale Fabio Marchesi, sedicente “Ricercatore Indipendente” (voglio fare anch’io il ricercatore indipendente, visto che nella ricerca pubblica non ci sono speranze… mi spiegate come si fa???), che fa tutto un discorso che sinceramente ho fatto fatica a seguire e di cui non ho capito le conclusioni. Comunque di certo si è spacciato per grande esperto di meccanica quantistica. In seguito,  intervista il leader del movimento anti CERN il quale espone i suoi dubbi e sostiene che il rischio calcolato dai ricercatori in realtà non è corretto, ma il vero rischio è molto più alto. Nulla ci dice però su come questo rischio è stato calcolato, e soprattutto chi è lui per essere più credibile di un fisico del CERN?

E’ mai possibile che in televisione si dia ascolto a persone che si dichiarano ‘ricercatori’ o ‘esperti di’ senza che però si dica di quale istituzione facciano parte? E’ possibile che la parola di un anonimo qualunque possa pesare quanto quella di un ricercatore del CERN, e anzi che alla fine si concluda che è addirittura più affidabile? E’ possibile che si mettano in dubbio dati scientifici e si dia credito invece a dei cialtroni??? Si, è possibile.

Annunci
Posted in: Uncategorized