The String theory Bubble

Posted on giugno 21, 2012 di

1


La Teoria delle Stringhe(TS)  e’ un campo di ricerca in fisica delle particelle che cerca di riconciliare meccanica quantistica e relatività generale. La Teoria delle Stringhe  permette di creare una combinazione consistente dei due campi,  attraverso la cosidetta  gravità quantistica. Ora sebbene  questa teoria abbia passato differenti controlli sulla sua consistenza interna ultimamente molti scienziati hanno cominciato a muovere contro la sua applicabilità.  La critica principale che viene fatta e’ che la TS non fornisce alcuna predizione sperimentale misurabile e quindi secondo alcuni é semplicmente un’astrazione matematica e non una spiegazione del mondo che ci circonda. Le critiche sono riassunte in due libri:

Entrambi questi due libri criticano la mancanza di connessione tra la Teoria delle Stringhe e la realtà fisica, in particolare gli esperimenti. Queste critiche sono riportante anche in un recente articolo su arxiv:

Rating Growth of Scientific Knowledge and Risk from Theory Bubbles

Ora dopo l’uscita di questi due libri un certo numero di  Stringaioli ( scienziati che lavorano sulla Teoria delle Stringhe)  presi da rimorsi, o in cerca di qualcosa di reale, hanno deciso che la loro teoria é così bella che ci possono fare molte altre cose oltre alla fisica delle particelle. E così negli ultimi mesi stanno uscendo veri articoli in materia condensata che usano la teoria dei campi sviluppata dai Stringaioli per risolvere problemi di fisica dello stato solido,  tutto questo lo trovate su nature in  Collaborative physics: String theory finds a bench mate.
Il risultato di questa nuova collaborazione tra Stringaioli e fisici della materia condensata è che  problemi già risolti con teorie più semplici vengono ora affrontati  con approcci più complicati per poi ottenere lo stesso risultato, ma va be’ da qualche parte bisogna pur riciclarsi.

Annunci
Posted in: Fisica Teorica