Sei domande per la scienza

Posted on novembre 16, 2012 di

8


Tempo di primarie, i candidati si confrontano sui temi più popolari: il lavoro, le pensioni, l’occupazione femminile, i costi della politica, i diritti civili delle coppie di fatto, ecc… Ma che ne è di questioni legate alla scienza? Eppure oggi tutti i giorni dobbiamo confrontarci con il progresso scientifico e tecnologico, e un politico non può ignorare o sottovalutare decisioni che riguardano questo ambito. E’ un diritto di noi elettori pretendere che ci siano risposte chiare anche su temi come ricerca scientifica, sicurezza del territorio, fecondazione assistita, testamento biologico, OGM, medicine alternative.

Per questo motivo dal gruppo Facebook Dibattito Scienza è partita l’iniziativa “Sei domande per la scienza”, in cui vengono poste sei domande di attualità scientifica, un po’ come ha fatto il sito sciencedebate.org con Obama e Romney. Le domande sono le seguenti:

1. Quali politiche intende perseguire per il rilancio della ricerca in Italia, sia di base sia applicata, e quali provvedimenti concreti intende promuovere a favore dei ricercatori più giovani?

2. Quali misure adotterà per la messa in sicurezza del territorio nazionale dal punto di vista sismico e idrogeologico?

3. Qual è la sua posizione sul cambiamento climatico e quali politiche energetiche si propone di mettere in campo?

4. Quali politiche intende adottare in materia di fecondazione assistita e testamento biologico? In particolare, qual è la sua posizione sulla legge 40?

5. Quali politiche intende adottare per la sperimentazione pubblica in pieno campo di OGM e per l’etichettatura anche di latte, carni e formaggi derivati da animali nutriti con mangimi OGM?

6. Qual è la sua posizione in merito alle medicine alternative, in particolare per quel che riguarda il rimborso di queste terapie da parte del SSN?

e sono rivolte ai candidati delle primarie. I primi a essere interpellati sono i candidati del centrosinistra: Bersani, Puppato, Renzi, Tabacci, Vendola. Le stesse domande saranno poste ai candidati delle primarie del PDL e di tutti i partiti/movimenti che sceglieranno il loro leader con questo strumento. Oltre che su Facebook, è possibile seguire il dibattito anche su Twitter mediante il tag #dibattitoscienza. Per aderire è possibile anche scrivere alla redazione di Le Scienze, le istruzioni le trovate qui.
Noi Fisici per il mondo non potevamo non contribuire alla diffusione di questa iniziativa che riteniamo molto utile e corretta.

Scrivono inoltre i promotori: “le domande per le primarie sono già decise, ma siamo ancora al lavoro per scegliere quelle per le politiche. In quell’occasione sottoporremo la nuova lista di domande (più lunga e articolata) a tutti i candidati premier (compresi quelli dei partiti che non hanno fatto le primarie)”. Nuovi contributi saranno quindi ben accetti. Lanciamo anche nel nostro blog la proposta di scrivere cosa chiedereste e quali argomenti secondo voi dovrebbero essere trattati, utilizzando i commenti in fondo a questo post. Che il dibattito abbia inizio!

Annunci
Messo il tag: , , ,