Quando l’acqua fa male…

Posted on luglio 18, 2013 di

2


dhmoPochi giorni dopo la notizia che in Italia si vogliono vietare sementi OGM regolarmente approvate dall’Unione Europea, un amico ha postato per scherzo su facebook una delle tante bufale scientifiche che girano in rete (anche note come hoax) e che riguarda la forte pericolosita’ del Dihydrogen Monoxide (DHMO). Anche se questa notizia e’ evidentemente falsa a chiunque sappia di che si parla, mette in evidenza diverse tecniche che sono usate in giro per far circolare paure e vietare cio’ che non si capisce (o che non si approva per vari motivi).

Innanzitutto si parte con l’utilizzo di sigle oscure ai piu’ (DHMO in questo caso, MON 810 per gli OGM, E330 per la coca cola,…) per creare un alone di mistero e stimolare quindi il senso di diffidenza che ci accompagna quando ci troviamo di fronte a qualcosa di nuovo e misterioso. Poi si passa ad usare frasi del tipo “recenti studi scientifici hanno mostrato che…” senza pero’ fornire alcuna referenza o link a questi studi.

Un’altra tecnica molto usata e’ quella dei paragoni improbabili. Ad esempio, chi si ricorda Grillo che anni fa, per dimostrare la presunta pericolosita’ dei ripetitori cellulari, ne fece installare uno in sala (ma non erano pericolosi?) per mostrare al suo pubblico gli effetti su un tubo al neon (come se il corpo umano reagisse allo stesso modo)?

Purtroppo, con l’utilizzo sempre piu’ massiccio di social media quali facebook, e’ diventato estremamente facile far girare notizie false anche perche’ spesso chi le riceve non spende tempo nel cercare di capire l’autenticita’ della fonte. Queste catene di Sant’Antonio sarebbero innocue se non fosse che spesso tendono a condizionare decisioni anche politiche. Nel caso del DHMO alcuni sono persino riusciti a raccogliere firme per petizioni per bandirne l’uso (petizioni fasulle ovviamente). Sempre grazie al post su facebook che menzionavo sopra ed ai commenti che ha ricevuto, sono venuto a conoscenza di un articolo pubblicato su un blog un anno fa che affronta in dettaglio questo argomento.

Ed ecco che in Italia abbiamo da una parte la sperimentazione obbligata ed eccezionale del “protocollo” Vannoni e dall’altra la richiesta di vietare semi OGM regolarmente testati. Cioe’ si finisce per approvare quello che non e’ scientificamente testato e vietare cio’ che lo e’. Tutto sulla base della pressione di una opinione pubblica creata ad arte.

Sarebbe molto utile che nelle scuole si insegnasse a leggere le notizie scientifiche ed a cercare di distinguere quelle false. Il caso del DHMO potrebbe essere un ottimo esempio da cui partire. Iniziative come “Italia unita per la corretta informazione scientifica” sono decisamente importanti a questo fine.

E per chiudere riprendo questo vecchio video comico sulla pericolosita’ del DHMO (notare ad esempio l’utilizzo di uno di quei paragoni improbabili di cui parlavo prima) e l’articolo di wikipedia che descrive questa beffa.

Annunci
Messo il tag: , , ,