Praticamente….

Posted on febbraio 18, 2015 di

2


Questa è la storia di un post che ancora non c’è.

E’ la storia di un post che avrei dovuto scrivere lo scorso autunno per festeggiare l’arrivo di una buona notizia. Una buona novella non per me solo ma per tanti, più o meno della mia età, che si trovano, praticamente nella mia stessa situazione (questa è anche la storia dei “più o meno” e dei “praticamente”, come si capirà, prima o poi…).

Il post non è stato scritto perché attendeva innanzitutto una lista di nominativi di saggi da cui trarre ispirazione. Una lista inviata da un ufficio. Da qualche parte, su a Nord. Questa lista non è mai arrivata e così il post è stato costretto a una mutazione, a una ridefinizione. Si è rassegnato ad un ridimensionamento, entro dei confini, per così dire, più casalinghi…

A gennaio ero quasi certo che sarei stato in grado di scrivere questo post. Ne ero convinto. Quasi quasi già soddisfatto. Nel giro di pochi giorni invece la soddisfazione si è trasformata in frustrazione per un testo che non riusciva a prendere forma.

E’ in quel momento che è accaduto l’inimmaginabile…..

Il 19 Gennaio ho iniziato a ricevere missive telegrafiche da un certo Sir Son’caz**.  L’angoscia ha preso il posto della frustrazione. Questo signore, con parole di circostanza e con un fare quasi ministeriale, mi diceva di sapere del mio post!
Si, si. Non solo. Mi tranquillizzava dicendomi che era tutto normale! Si, è tutto normale! E’ nell’ordine delle cose che questo post non veda ancora la luce. Mi scriveva che era quasi al 75% ma che era tutto dentro di me… C’era ma non si vedeva ancora.

Immagino capirete l’incubo in cui mi sono ritrovato.

Questo Sir Son’cazz** sapeva tutto! Nelle missive successive mi precisa anche che il post è in fase di valutazione.
Si, si in V.A.L.U.T.A.Z.I.O.N.E. e che i ritardi erano colpa di una non meglio precisata setta di Neo-Umanisti-Son’caz** che interferiva con il “Gran Comitato di Selezione dei Post”.
Era per questo che ancora non riuscivo a partorirlo.
“Ma chi sono? Che vuole da me sta setta?” mi sono domandato più volte mentre cercavo un altro post che potesse rimpiazzare il non-ancora-nato. Si, perché lo sapete anche voi, noialtri senza post non campiamo. No.

Niente. Poi più nulla. Cioè, si missive ne sono arrivate. Quasi con una cadenza settimanale. Sempre a ribadirmi la mia impotenza davanti a questa forza sovrannaturale che non tira fuori da me questo post.

Io invece sento oramai di non avere più nulla. Svuotato. Sento che non proverò mai il piacere di scrivere questo post e festeggiare l’arrivo di una buona notizia (non per me ma per chi come me…. insomma avete capito).

Ecco, da quasi due mesi sono vittima di questa forza che mi immobilizza e si fa beffa di me scrivendomi “la valutazione è stata praticamente completata” o ancora, “continuano a manifestarsi dei ritardi”….

L’ultimo messaggio lo scorso Lunedì. Lo trascrivo qui sotto nella sua interezza per farvi rendere conto della brutalità e del mefistofelico tono canzonatorio:

Restano ormai soltanto 21 progetti per i quali continuano a manifestarsi dei ritardi.
Tuttavia, nel frattempo, essendo ragionevole prevedere la conclusione di tutte le valutazioni
entro dieci giorni, sono stati avviati i contatti per fissare le riunioni finali dei singoli Comitati di Selezione.
Tali riunioni si svolgeranno tra il 27 febbraio e il 2 marzo.
Ulteriori aggiornamenti saranno forniti su questo stesso sito lunedì prossimo, 23 febbraio 2015.”

Non c’è nulla di ragionevole in questa storia.

P.S.: Cos’è questa storia? Eccola scritta in parole forse più chiare quiqui e qui.

Annunci