Invited talk in vendita

Posted on marzo 31, 2017 di

0


corruzione

Il modo scientifico si sta sempre di più riempiendo di gente che approfitta della ricerca per fare soldi. La cosa non deve sorprendere molto, visto che con gli anni il numero di ricercatori e di soldi spesi in ricerca sono aumentati considerevolmente, specialmente grazie ai paesi asiatici ed emergenti.
Un caso tipico sono le riviste scientifiche, ed in special modo quelle open-access. Alcune di quest’ultime sono diventate delle vere e proprio macchine da soldi a scapito della qualità, ed anche quelle che mantengono un buon livello scientifico hanno cominciato a distinguere gli articoli in base al loro livello ed al corrispondente prezzo. Ad esempio un Nature Communication  costa 3300 euro mentre un Nature Scientific Report solo 1500 euro, visto che è di livello più basso, anche se tratta gli stessi argomenti.
In fine è arrivata anche la vendita dei seminari invitati. Se ne parla anche sul Sole24ore (Paghi, vieni, parli: il bluff dei falsi CV) ma devo dire che finché non ho ricevuto un invito ad una di queste conferenze, non me ne rendevo conto.
La conferenza in questione è EMN 2D materials ed il prezzo per un invited talk è di 748 euro che non include niente altro se non il caffè.  Non così caro alla fine. Invece se si vuole partecipare senza un talk il prezzo è circa la metà.  Certo le persone che ricevono l’invito non vengono scelte a caso ma utilizzando indicatori bibliometrici per selezionare coloro che lavorano in quel campo, un po’ come gli agenti di vendita selezionano le persone che potrebbero essere interessate ad un aspirapolvere o simili.
E’ un po’ triste vedere questo nuovo tipo di conferenze, e di come si può sempre di più costruire un “finto” buon CV con tanti soldi.

Advertisements